costa-etruschi-300-01
costa-etruschi-300-02

Toscana Mediterranea

Punto di rferimento per il turismo sulla costa in Toscana, qui si ritrovano i profumi e le bellezze tipiche della regione e famose in tutto il mondo.

La zona è particolarmente frequantata durante tutto l’anno per passeggiate e escusioni nella natura grazie al clima mediterraneo mitigato dalla presenza del mare. Sulla Costa degli Etruschi e nelle sue vicinanze si trovano alcune tra le più belle aree naturali, oasi e riserve protette italiane: ricordiamo fra tutte i Tomboli di Cecina, ben 15 km di fitta vegetazione in cui convivono moltissime specie di piante e animali a formare un eco-sistema unico, l’Oasi di Bolgheri e il Parco Costiero di Rimigliano.

Mare cristallino bagna le spiagge bianche di Vada e Castiglioncello, lungo il litorale si alternano sabbia e scogli alle cui spalle si trovano vaste e rilassanti pinete ombrose.

Dove finisce la zona costiera si aprono grandi campi coltivati soprattutto a vigneti, nell’entroterra della zona si estende infatti la Strada del Vino. Questo territorio vanta una lunga tradizione del buon gusto sia per il cibo che per il vino, alcune bottiglie di rosso sono conosciute e apprezzate a livello internazionale: basti pensare ai vini DOC di Bolgheri, Montescudaio e della Val di Cornia.

I prodotti tipici della zona possono essere acquistati e degustati negli stessi paesi dei produttori. I borghi storici, molti di origine etrusca, sparsi sul territorio regalano incantevoli scorci paesaggistici dalle dolci colline coltivate fino al mare azzurro.

Viaggiando per la costa e nell’entroterra capita anche di imbattersi in reperti storici dell’epoca etrusca, in diversi borghi si trova un Museo Etrusco che espone gli oggetti, le armi, il vasellame ritrovato nell’area di competenza. Non si contano poi le Necropoli, più o meno vaste, lasciate a testimonianza del passaggio di questo antico popolo, ancora in parte misterioso, fusosi con i romani.

mare-spiagge-300-01

Mare, Spiagge, Scogliere

Anima della zona è il mare. Il Tirreno vicino alla costa assume una splendida colorazione turchese, regala spettacoli unici nella luce dell’alba e al tramonto, rende il clima mite e l’aria salubre. La sensazione di benessere, data dall’influsso del mare e dalla qualità della cucina locale, e di relax, grazie agli splendidi paesaggi delle aree naturali, che si respira sulla Costa degli Etruschi non ha eguali in Toscana.

Alla spiaggia è stato conferito il riconoscimento Bandiera Blu anche per questo anno a significare la qualità delle acque e dell’ambiente circostante.

A San Vincenzo, Vada e nel Golfo di Baratti ci si può rilassare su bianche spiaggie sabbiose, la colorazione si fa più scura nelle zone di Cecina, Bibbona e Castagneto Carducci. Alla sabbia si alternano i ciottoli e le scogliere in certe aree di Baratti, Castiglioncello, Livorno e Quercianella.

Anche le spiagge rocciose hanno il loro fascino: vi si trovano piccole insenature e baie appartate accessibili a tutti attraverso sentieri naturali tra la vegetazione.

mare-spiagge-300-02
parchi-02

Località Balneari

L’ospitalità sulla Costa degli Etruschi è garantita da generazioni di albergatori e ristoratori, dai campings, dagli agriturismi e dagli stabilimenti balneari disseminti lungo tutto il litorale.

Livorno, Quercianella, Castiglioncello, Vada, Marina di Cecina,  Marina di Bibbona, Donoratico, San Vincenzo, Baratti sono le più rinomate e ricercate mete turistiche della costa.

Ogni struttura ricettiva è in piena armonia con l’ambiente naturale che la circonda permettendo una vacanza all’insegna del benessere fisico e spirituale e del relax di tutta la famiglia, adulti e bambini.

In ogni località il periodo estivo è costellato di eventi e intrattenimenti folkloristici come fiere, mercatini dell’artigianatao e dell’antiquariato, mostre d’arte, spettacoli teatrali, cinema all’aperto. Tutti i gusti, di grandi e piccini, saranno accontentati e il divertimento è assicurato.

parchi-02

Parchi, Oasi Naturalistiche, Aree Protette

Sebbene la Costa degli Etruschi si estenda in un territorio densamente abitato, il 20% della sua area è ricoperto da parchi naturali, oasi e aree protette. Le zone verdi vengono mantenute incontaminate grazie all’intervento delle amministrazioni locali, dei cittadini e dei turisti. Per mantenere l’atmosfera suggestiva della zona è importante rispettare il delicato ambiente naturale e gli eco-sistemi che ospita.

Oasi di Bolgheri: a poca distanza dal mare, è un’area umida e paludosa. E’ stata la prima zona di rifugio faunistico ad essere stata istituita in Italia, gli acquitrini sono popolati da moltissime specie di uccelli migratori mentre nelle pinete circostanti si trovano cervi, daini, falchi.

Oasi Orti-Battagone: aironi, fenicotteri rosa e cicogne sono gli animali avvistabili in questa area acquitrinosa, dalle acque salmastre, in prossimità di Piombino.

Parco della Magona: vicino a Bibbona, rappresenta un’altra tipica foresta biogenetica, così come i Tomboli di Cecina. Vi si trovano moltissime specie di piante e animali che vivono in perfetta armonia tra loro seguendo un fragile e delicato eco-sistema naturale. Lungo i percorsi naturalistici che corrono al suo interno è facile imbattersi in daini, cervi, mufloni e scoiattoli.

 

Parco di Rimigliano: si tratta di un parco costiero dalla fitta vegetazione compreso all’interno del territorio del comune di San Vincenzo, vi si trova una delle più belle spiagge della costa.

borghi-02
borghi-01

Borghi Medievali

La Costa degli Etruschi è un territorio ricco di storia, vi si trovano piccoli borghi in pietra le cui origini spesso si perdono nel tempo. Bolgheri, la cui bellezza è citata anche da Carducci in una sua poesia, Suvereto, Campiglia, Castagneto, Bibbona, Rosignano, Sassetta e Populonia sono solo alcuni dei paesi più suggestivi della zona.

Sono caratterizzati da stretti vicoli lastricati in pietra, chiesette di origine medievale o precedente, negozi e botteghe degli artigiani di un tempo. Ed ancora castelli e fortificazioni sulle colline e sul litorale, alcuni dei quali ridotti a ruderi seminascosti dalla vegetazione ma non per questo meno incantevoli. Non mancano anche reperti storici di epoca etrusco-romana e opere d’arte medievali e rinascimentali.